Laboratori teatrali
Scuola di teatro



TeatriAmo
Laboratorio teatrale per bambini e ragazzi

Da sempre l'aspetto ludico è stato caratterizzante nella poetica di compagnia. Attraverso il gioco, il format e simili, l'associazione ha divulgato, promosso ed esteso la cultura teatrale all'interno del tigullio e non solo, avvicinando anche i piu' giovani alla conoscenza delle discipline del palcoscenico.
Con i giovani e giovanissimi, tale cifra stilistica diventa non solo mezzo di fascinazione allo studio delle arti sceniche, ma fondamento pedagogico.
Il nostro laboratorio, dopo la costituzione del gruppo e lo svelamento delle prime inevitabili dinamiche relazionali, procede attraverso la logica del gioco a:
- sviluppare la conoscenza dell'individuo;
- scaricare le tensioni ed individuare i punti nevralgici di creazione di queste;
- migliorare l' uso della voce e del corpo;
- porre se stessi all'interno di un gruppo con le conseguenti interazioni.
La fase laboratoriale, preparatoria, legata al gioco, alle improvvisazioni ed agli esercizi, precede di fatto la seconda fase legata all'allestimento dello spettacolo.
La creatività è la vera protagonista della seconda fase: viene identificato per ogni individuo, il ruolo che dovrà tenere all'interno dell'allestimento dello spettacolo . Questo aspetto gratifica i ragazzi sotto ogni punto divista. Individuate dal coordinatore le caratteristiche specifiche di ogni ragazzo, verranno designati compiti e mansioni, non escludendo affatto gli aspetti organizzativi.
Fare spettacolo non equivale unicamente ad esibirsi: dalla scelta del testo da inscenare, alla preparazione delle scenografie e dei costumi, fino ad arrivare all'assegnazione dei ruoli, tutti i partecipanti al laboratorio vedranno se stessi impegnati nella buona riuscita dello spettacolo finale.
Non verranno in alcun modo forzati nei ruoli, saranno essi stessi, durante la prima fase, a mostrare peculiarità caratteriali e tendenze naturali.
La crew, la squadra, il team o per dirla in termini prettamente teatrali, la compagnia è nata, lo spettacolo è pronto, manca solo “la prima”.